Tutto è cominciato all’alba del nuovo millennio, grazie agli studi David Sinclair, biologo australiano esperto di genetica. Di sirtuine, e della ricerca su queste particolari proteine enzimatiche, infatti, si parla già negli anni ’90, con gli approfondimenti di Leonard Guarente del Massachusetts Institute of Technology, uno dei più importanti istituti di ricerca nel mondo. Ma è stato proprio tra la fine degli anni ’90 e l’inizio degli anni 2000 che Sinclair, nello sviluppare i suoi studi sulla scoperta e attivazione di molecole con effetto anti invecchiamento e sui meccanismi legati alla longevità, ha iniziato a occuparsi delle sirtuine. Le sirtuine sono una classe di proteine enzimatiche responsabili di numerosi processi biologici, sia negli esseri umani che negli animali. Le sirtuine sono contenute in Sirt500 integratore, da pochi mesi sul mercato, che favorisce la longevità. Gli studi di David Sinclair sulle sirtuine, che possono essere approfonditi sul sito sirt500.it, sono iniziati da lontano e hanno richiesto molto tempo e dedizione. Il biologo australiano, infatti, è partito dallo studio di una specie particolare di meduse che non invecchia mai, proprio perché possiede elevati livelli di sirtuine e le attiva costantemente durante tutto il suo ciclo vitale. Queste meduse, in assenza di agenti e fattori esterni, sono dunque immortali. Una volta evidenziato il legame tra le sirtuine e la longevità, Sinclair si concentra, poi, sui meccanismi attraverso cui vengono attivate le sirtuine. Il primo è legato alla cosiddetta restrizione calorica: dunque incamerando meno calorie, l’organismo umano attiva le sirtuine. Il secondo meccanismo, invece, consiste nel prendere le sirtuine dalle piante presenti in natura. Queste proteine enzimatiche, infatti, sono presenti in alcune piante (la corteccia della magnolia, per fare un esempio), e possono essere estratte e poi, somministrate all’uomo sotto forma di compresse. E’ quello che fa Sirt500, e le opinioni sono unanimi. Tra le varie recensioni di chi ha provato Sirt500, si evidenzia soprattutto più energia, meno stanchezza, oltre che la riduzione dell’invecchiamento, sia a livello cellulare, interno, che a livello estetico.  Sirt500, infatti, contiene STACS con un livello sufficiente per favorire il rinnovamento cellulare. Questo integratore, in pratica, arriva dove il corpo umano si ferma. Le sirtuine, infatti, sono presenti in tutti gli esseri umani, ma la quantità di queste proteine enzimatiche inizia a diminuire con il passare degli anni, in particolare dai 35 anni in poi. Dai 60 anni in poi, invece, le sirtuine non vengono più prodotte dall’organismo umano, e questo processo è alla base dell’invecchiamento.

Per arrivare a comprendere l’importanza delle sirtuine e la loro attivazione, Sinclair ha compiuto degli studi su alcuni topi geneticamente modificati, che contengono geni umani in grado di dare una risposta biologica simili a quella degli esseri umani. Si tratta dei cosiddetti “topi umanizzati”, molto utilizzati nella ricerca farmacologica. Dalla sperimentazione di Sinclair si evidenziava che topi che normalmente vivevano circa due anni, alimentati con gli attivatori di sirtuine, arrivavano anche a quattro anni di età, raddoppiando, dunque, le loro aspettative di vita.

Nel caso degli esseri umani, aveva notato Sinclair, e hanno evidenziato i ricercatori di Sirt500, non è possibile che l’essere umano raddoppi le proprie aspettative di vita, a causa delle maggiori contaminazioni e sollecitazioni dall’esterno che caratterizzano la sua quotidianità della vita umana. Ma i risultati possono essere comunque molto positivi, e questo ha convinto i ricercatori ha brevettare e mettere in commercio Sirt500 plus. Secondo Sinclair, infatti, l’alimentazione umana con le sirtuine può portare a un allungamento della vita del 20-30% in più rispetto agli standard attuali. Una persona di 80/85 anni, dunque, potrebbe raggiungere tranquillamente i 100/105 anni di età. La scoperta di Sinclair è stata davvero fenomenale, tanto che si è arrivati a definire le sirtuine come “la fonte della giovinezza”. Queste proteine enzimatiche – contenute nell’integratore Sirt 500 – rallentano l’invecchiamento, e la loro riattivazione e il loro ripristino favoriscono il ricambio cellulare, anche quando questo normalmente non avviene, quindi dopo i 60 anni. Chi assume gli attivatori naturali di sirtuine – dimostrano i ricercatori di Sirt500 e lo confermano le recensioni di chi lo ha provato – ritrova un benessere complessivo evidente, dorme meglio, ha un metabolismo più attivo. Sirt500 è stato autorizzato da un anno e mezzo e circa 200 persone lo hanno utilizzato per sei mesi, notando dei giovamenti immediati tra cui meno stanchezza più forza e produttività. Al momento Sirt500 è autorizzato e brevettato in Italia e in tutta Europa, e acquistabile sul sito www.sirt500.it.