È sempre più importante al girono d’oggi usare con criterio un potente elettrodomestico come il condizionatore, eliminando una volta per tutte gli sprechi che fanno aumentare la bolletta energetica che arriva alla fine del mese e che rappresentano un problema del punto di vista ambientale.

Per iniziare, un condizionatore d’aria dovrebbe stare in un luogo fresco della casa e non vicino a fonti di calore. Se il punto di installazione è colpito dal sole che entra dalla finestra per diverse ore al girono, è meglio cambiare piani sentendo il parere di un valido tecnico dell’installazione e assistenza condizionatori Samsung a Milano.

La temperatura del condizionatore va sempre regolata con grande attenzione, evitando di stare al di sotto dei 25° C. è utile sapere che per ogni singolo grado in meno impostato sul condizionatore, significa aumentare i consumi di un 8%. Vale quindi la pena farci più attenzione per ridurre anche la bolletta energetica.

Il tecnico dell’installazione e assistenza condizionatori Samsung a Milano installa solo dispositivi di ultima generazione con tutte le tecnologie più avanzate. Significa che si tratta di device con una classe energetica almeno pari alla A. La classe energetica è una misura che indica il livello di consumi energetici appunto, perciò più è alta, minore è il consumo e, di conseguenza, il risparmio in bolletta.

Il condizionatore d’aria va sempre spento se in casa non c’è nessuno per evitare sprechi inutili. Quando si accende il dispositivo per avere una temperatura più fresca, bisogna sempre ricordare che tutte le finestre di casa vanno ben chiuse completamente altrimenti entra aria calda dall’esterno. A far bene, anche glia avvolgibili andrebbero abbassati.

Nelle ore più fresche della giornata, la casa va ventilata e arieggiata evitando che ci sia un riscaldamento eccessivo nelle ore centrali della giornata.

I filtri d’aria vanno puliti e sostituiti regolarmente da un valido tecnico della manutenzione e assistenza condizionatori Samsung a Milano in modo da eliminare sporcizia, acari, polveri, residui vari e anche batteri pericolosi come quello della legionella o del corona virus.

Di Grey