La candidosi è una proliferazione anomale dal fungo Candida Albincans che si trova nel tratto intestinale e aiuta la digestione degli zuccheri, ci possono essere diverse situazioni che portano un’alterazione a livello intestinale, la quale causa la diffusione di colonie micotiche in parti del corpo come bocca, pelle e apparato genitale.

La cura farmacologica

La prima cosa da fare per liberarsi della candida maschile p andare dal medico di famiglia o ancora meglio dall’andrologo che prescrive dei lavaggi e un antibiotico che possa riportare la situazione del fungo della candida sotto controllo.

L’assunzione di fermenti lattici è molto utile poiché sono in grado di ristabilire l’equilibrio della flora batterica. Anche un ricostituente a base di ginseng, the verde e pappa reale è di grande aiuto nel combattere la candida, soprattutto se è stata provocata da un a diminuzione delle difese immunitarie o in seguito a una terapia farmacologica che ah indebolito la flora intestinale.

I rimedi naturali

Oltre alla terapia farmacologica, può esser di enorme aiuto affiancare alla cura tradizionale dei rimedi naturali. La candida maschile, infatti, non si presenta solo a livello locale nella zona genitale, sulla pelle o in bocca ma si diffonde in tutto il corpo perciò è utile creare un ambente non adatto alla candida che si ritirerà da sola. È fondamentale ricorrere a questo tipo di aiuti soprattutto nel caso delle recidive che molto probabilmente hanno sviluppato una sorta di farmacoresistenza che rende l’antibiotico meno efficace.

La prima cosa da fare è intervenire sulla dieta, evitando i cibi cosiddetti spazzatura che sono poco nutrienti e pieni di zuccheri, fonte di nutrimento principale per il fungo della candida.  È necessario preferire frutta e verdura che sono ricche di fibre e nutrienti che sistemano le alterazioni intestinali. Anche mangiare yogurt aiuta a ristabilire la corretta flora batterica in modo da non soffrire più per via delle candide. Bere acqua è sempre utile per ogni genere di alternazione intestinale. Caffè, alcolici, lievitati, insaccati e dolci sono da eliminare dalla dieta. L’introduzione di semi, frutta secca, cereali integrali, curcuma etc. sono invece di grade aiuto nel ristabilire la corretta flora batterica nel tratto intestinale. Il succo di aloe vera aiuta moltissimo in questi casi come anche il gel di calendula, molto prezioso per la cura della mucosa intestinale.

Indossare biancheria intima di cotone o altri tessuti naturali può essere di sollievo poiché il bruciore, il rossore e il prurito così diminuiscono. Inoltre, è consigliato evitare di indossare indumenti troppo stretti con gli skinny jeans e preferire pantaloni che lascino respirare la zona.

Se la candida maschile è stata provocata da un’alternazione a livello della flora intestinale dovuto allo stress, magari da super lavoro, è ben fare attenzione e prendersi del tempo per sé stessi. In questo caso, non esiste un’indicazione unica per promuovere il relax ma ognuno troverà quello che fa al proprio caso che può essere lo yoga, leggere un libro, fare una corsa, il bricolage o anche bere una tisana rilassante.