Acquistare un’auto usata permette senza dubbio di risparmiare notevolmente e sono in molti a scegliere questa opzione perché non hanno alternative. Non tutti infatti possono permettersi di acquistare un veicolo nuovo di zecca e sceglierne uno di seconda mano è spesso l’unica soluzione possibile. Tuttavia, anche se si tratta di un’opzione conveniente dal punto di vista economico, un’auto usata può nascondere moltissime insidie e rivelarsi, alla fine, molto più dispendiosa di quello che si era preventivato. Non è certo un segreto: acquistare un veicolo di seconda mano comporta un rischio non da poco ed è per questo che bisogna prestare molta attenzione.

Oggi vi diamo alcuni consigli per evitare di commettere gli errori più comuni e mettervi al riparo dal rischio di fregature e brutte sorprese.

#1 Evitare di acquistare l’auto da un privato

Il primo consiglio che ci sentiamo di darvi è quello di evitare di acquistare l’auto usata direttamente da un privato. Spesso infatti il prezzo è molto allettante, ma si rischiano grandi fregature e non si è in alcun modo tutelati. Conviene dunque rivolgersi ad una concessionaria, anche perché al giorno d’oggi ce ne sono diverse online che facilitano la ricerca. Se per esempio cercate auto usate Bergamo, potete tranquillamente affidarvi ad un portale in rete e richiedere che il veicolo vi venga consegnato nella vostra città. Ormai la maggior parte delle concessionarie online offre questo servizio, quindi non c’è da preoccuparsi sulla loro sede fisica.

Acquistando presso una concessionaria potrete contare sulla garanzia sul veicolo e sarete sicuri che l’auto è stata controllata prima della vendita.

#2 Controllare il chilometraggio dell’auto

Prima di acquistare un’auto usata è anche fondamentale controllarne il chilometraggio, perché incide in modo notevole sul suo valore ma anche sulla sua effettiva durata. In linea di massima, per le city car o comunque per i veicoli di fascia media sarebbe sempre meglio non superare i 100.000 km ma ci sono sempre delle eccezioni. In parte infatti questo fattore dipende dalla casa automobilistica, perché ad esempio l’Audi è molto più affidabile della Hyundai. Questo significa che se avete adocchiato un’A3 con più di 100.000 km potrebbe essere comunque un ottimo affare e accompagnarvi per decine di anni prima di avere problemi al motore.

#3 Interpellare il meccanico di fiducia

Sarebbe buona cosa, prima di acquistare un veicolo di seconda mano, anche interpellare il proprio meccanico di fiducia e chiedere a lui un consiglio ed un controllo dell’auto. Questo non significa che si debba per forza di cose avere il veicolo a disposizione: è sufficiente chiedere al rivenditore alcuni dati come la targa dell’auto. Il vostro meccanico potrà infatti verificarne la storia, la data d’immatricolazione ed eventuali incidenti subiti. Si tratta di una verifica che richiede pochi minuti ma che vi permette di evitare fregature. Vale la pena farla anche quando si acquista presso un concessionaria: la prudenza infatti non è mai troppa.

#4 Controllare l’effettivo valore dell’auto

In ultimo, conviene sempre controllare il valore di mercato dell’auto che si intende acquistare. Oggi è semplice perché ci sono diversi portali che permettono di farlo.